Rosignano Solvay la ferrovia (Livorno - Vada)

   immagini        Clicca sulle foto per ingrandirle                (per gentile concessione di Claudio Castaldi e Leo Gattini)

La storia della ferrovia inizia nel 1900 con il "Comitatone"...   6 La costruzione, l'importanza,
i problemi...

1913 Paese Nuovo
trattative per la stazione 
   
Quando fu chiuso il passaggio a livello per fare la passerella della stazione  1 Le ferrovie durante il fascismo     

     4
Approvato il 2° binario - Il Barone Patrone chiede un
sottopassaggio - Le ferrovie chiedono al sindaco se esistono negozi di alimentari e farmacia - Risponde il sindaco.    
Livorno

La stazione de
l 3 luglio 1910
1910 - Il ponte di Calafuria 1910 - Il ponte di Calafuria
1910 - Il ponte di Calafuria 1910 - Il ponte di Calafuria 1910 - Galleria del Romito 

La leggenda del Romito
1910 - Veduta sul castello del Romito

Sidney Sonnino
sepolto sul Romito
1910 - Imbocco del Romito 1910 - Imbocco del Romito
1910 - Quercianella in estate

La stazione
1910 - Ponte sul Rogiolo 1908 - Gallerie in costruzione
Ferrovia a Quercianella Ferrovia a Quercianella Ponte sul Chioma

272_ferrovia.jpg (20537 byte)

Piano edilizio per Campolecciano Fortulla

 1907 - Castiglioncello - La stazione in costruzione 
Stile Patrone

273_ferrovia.jpg (44352 byte) 294_ferrovia.jpg (18747 byte) 45_Galleria-del-Quercetano.jpg (19143 byte)

 1908 - Castiglioncello - Si lavora alla ferrovia

Il promontorio cambia

1909 - Si sta ultimando il viadotto ferroviario del Quercetano  1910 -  Quercetano - Viadotto 
e galleria 
275_ferrovia.jpg (14444 byte) 292_ferrovia.jpg (16253 byte)
 
293_ferrovia.jpg (18496 byte)

1910 - Castiglioncello - 
Vista dall'albergo Pineta

1909 - Costruzione della galleria 
del Quercetano

 
I reperti 
archeologici trafugati
1910 - Castiglioncello - L'imbocco 
della galleria del Sorriso 

 Si chiede una stazione a Caletta
296_ferrovia.jpg (18240 byte) 47_Ferrovia-in-costruzione.jpg (19671 byte) 42_Il-ponte-sulla-Fine.jpg (18335 byte)
1912 - Quercetano - Il viadotto terminato La litoranea in costruzione La costruzione del 
ponte sul fiume Fine
49_3-7-1910--Il-treno-inaug.jpg (16990 byte)

 

Manifesto inaugurale

La Gazzetta Livornese: cronaca dell'inaugurazione
3 luglio 1910 inaugurazione con il Re 1910 - Il treno inaugurale in sosta a Castiglioncello

Arriva il re, ma la sosta non era prevista
106_1910-Castiglioncello-In.jpg (13516 byte) 48_3-7-1910--Vetture-del-tr.jpg (18573 byte)
  1910 - Sosta a Castiglioncello
 
 
1910 - Castiglioncello 
Il treno inaugurale in sosta 
  1910 Castiglioncello 
Vetture del treno inaugurale
51_3-7-1910-La-stazione-di-.jpg (16394 byte) 44_Vada1910-Il-primo-treno.jpg (16873 byte)
 Castiglioncello

Con la ferrovia nascerà Quercianella
 1910 Stazione di Vada
  
Una stazione che esisteva da 50 anni
1914 Castiglioncello - Treno in arrivo
278_ferrovia.jpg (14112 byte)
1911- Castiglioncello 
Imbocco del Quercetano
1911- Castiglioncello 
La stazione veduta dal castello
1911 - Castiglioncello - L'imbocco della galleria
del castello
12_Mondiglio-1912-CaselloFF.jpg (22070 byte)
 1912 - Mondiglio - Casello FF.SS.  1912 - Le Mortelle 1912 - La galleria del Quercetano
vista dal promontorio
300_ferrovia.jpg (12875 byte)
Castiglioncello

La stazione
1916 - Fra il Quercetano e la via 
Aurelia con il promontorio del Sorriso 
 1917 - Castiglioncello 
 
1
Ha aperto il "ristoratore" subito incendiato
297_ferrovia.jpg (17514 byte) 302_ferrovia.jpg (16183 byte) 280_ferrovia.jpg (16906 byte)
1920 - Viadotto visto dal mare con i contrafforti
del golfo del Quercetano
 1922 - Vaporiera sul viadotto del Quercetano
e via Aurelia. 
1924 - Castiglioncello - La stazione
281_ferrovia.jpg (18676 byte) 282_ferrovia.jpg (19536 byte)
La ferrovia davanti al castello Patrone  1924 - Castiglioncello
Treno in arrivo

 1926 - Castiglioncello - La stazione

286_ferrovia.jpg (14998 byte) 46_Ferrovia-al-Quercetano.jpg (18499 byte)
1933 Castiglioncello - La stazione Anni 30 Castiglioncello - La stazione   Ferrovia al Quercetano

Incidente al Fortullino
285_ferrovia.jpg (20124 byte) 283_ferrovia.jpg (20021 byte)
1922 - Partenza da Vada 1930 - Castiglioncello 1929 - Verso Rosignano
288_ferrovia.jpg (16523 byte) 29_Ros.Nuovo-1919.jpg (17670 byte)
1935 - Castiglioncello - Stazione e via Aurelia   Littorina primi anni 40 dopo elettrificazione
della linea
   1919 - Ferrovia e via del Littorale
a Rosignano Nuovo
30_1915-La-fabbrica-dalla-s.jpg (15527 byte) 113_1930-Rosignano-S.La-sta.jpg (45240 byte) 18_1930-raccordo-FS-ospedal.jpg (17308 byte)
 1915 - Il parco binari della 
stazione del Paese Nuovo
1930 - Rosignano Solvay
 
La stazione, i palazzoni a mare ancora non ci sono
1930 - Il raccordo ferroviario Solvay,
l'ospedale ed i palazzoni 
73_1932-Ros.S.-Veduta-dalla.jpg (15311 byte) 1940_stazione.jpg (59113 byte)
1932 - La ferrovia parallela all'Aurelia 1934 - Rosignano Solvay
 
1
La passerella in costruzione. 1932 Costruzione di
una passerella per pedoni alla stazione di Rosignano.
1940 - Rosignano Solvay - La stazione 
 e la ferrovia ormai elettrificata
4
Storia della stazione.
1914 Viene dato il nome alla stazione. 1922 Si richiede il servizio merci.
L
a pensilina.
291_ferrovia.jpg (14148 byte)
1950 - Castiglioncello - Via Aurelia, stazione e castello
Anni '50 - Castiglioncello - Il "Ristoratore"
della stazione FFSS
La stazione di Castiglioncello anni '80
Anni '80 - Castiglioncello littorina in transito  Alla stazione di Vada si ricordano i tanti caduti nella costruzione della ferrovia.
La stazione di Rosignano dal 1916

Quando nel 1910 si aprì al traffico ferroviario la nuova linea Livorno-Cecina, l'avvenimento ebbe grandiosa risonanza, specie nel Livornese e nel Pisano. Giovanni Marradi innamorato cantore di Castiglioncello, temendo il progresso, lo immortalò in negativo con una delle sue belle liriche, intitolata appunto:

LA FERROVIA LIVORNO-CECINA
 

Hai veduto, Catone? Il solitario

Castiglioncello e l'erema costiera

ferve ormai d'opre; ormai la vaporiera

ti minaccia la pergola e il pomario.

 

Alla vocal tua pergola, giuliva

di fringuelli e di merli e di frosoni,

sovrasta col suo traino di vagoni

la deprecata invan locomotiva.
 

Ezio, il popolo tuo d'atre murene

di rosee triglie e cefali argentini,

che con fremer di pinne in serpentini

lanci ti guizzan nelle nasse piene,
 

migrerà presto a più quieti gorghi

cacciato via dall'urlo del vapore,

poi che il bel nido tuo di pescatore

è forza che s'inurbi e che s'inborghi.
 

Addio, bel nido nostro! Ho veduto oggi

la civiltà che giunge in sua barbarie:

ho visto le pinete centenarie

già violate e già spaccati i poggi.
 

Ho visto il grigio dalle rotte selci

dove la macchia verdeggiava intatta,

e le verghe di ferro in lunga tratta

correre i campi ove fiorian le felci.
 

Verrà sovr'esse il traino che c'insegue,

porterà folla e chiasso, uomini e merci;

e noi tre fuggiremo ove altre querci,

ove altri pini ci dien ombre e tregue:
 

voi con le nasse e con le gabbie e il coro

che al fresco della pergola vi esulta;

io con la schiera de' fantasmi occulta

nel silenzio dell'anima canoro.

                                                       Giovanni Marradi