Vada le allivellazioni della Tenuta

Tutto comincia nel 1769...  
1 2 5 8 9 11 12 13 15 16 17 19 20 21 22 23 24 26 27 28 29 31 32 34 36 37 39 41 42 43 45 48 49 50 51 52 53 56 58 62 66 68 69 71 72 75 76 77 78 79 81 82 84 86 88 89 91 92 97 99 100 101 103 104 105 107 108 110 111 113 118 119

Buona parte del materiale fotografico di questa sezione pubblicato per gentile concessione del Prof. Roberto Branchetti autore del lavoro "Aspetti storici e ambientali in ambito rurale" e competente guida di numerose escursioni territoriali.


Per vedere le costruzioni realizzate fra il 1842-46 nella Tenuta di Vada, clicca sui numeri delle preselle nella cartina qui sopra

Nella Sezione SCARICOLIBRI/Vada trovi:
"Leggi del Granducato della Toscana 1839 - Allivellazione delle Preselle o Poderi componenti la Tenuta di Vada" 

Ma quali erano le condizioni speciali per l'allivellazione? 
Nelle case della piazza arriva il "lecite" primo servizio igienico   vedi come era

Cos va la vita, ricchi e premiati...: 1846 - Il Granduca premia col titolo di nobile per se e discendenti maschi Raffaello Caputi livornese che con i Conti Luigi Fabbri (mercanti) erano stati fra i pi solleciti nell'intraprendere la bonifica usufruendo della concessione in enfiteusi perpetua.

Per realizzare le nuove strade di accesso ai singoli lotti allivellati, fu necessario costruire numerosi ponticelli a volta in mattoni per superare i canali di scolo presenti ai lati delle strade. Gli esempi che vediamo sotto, lasciano ben capire la cura progettuale messa in campo per l'intero allivellamento. Purtroppo il tempo fa la sua parte, la manutenzione inesistente e fra non molti anni anche queste piccole opere d'arte saranno sostituiti da prefabbricati in cemento...

"Ponte dei Fichi" sulla vecchia strada che collegava i due Casoni (Vedi cason nuovo e Cason vecchio)

Ponti in mattoni realizzati sui capofossi per favorire l'accesso ai campi. Semplici strutture d'epoca realizzate sempre con buona tecnica,