Rosignano Solvay oggi   

Lillatro. Il fosso di presa acqua di mare che alimenta la fabbrica con oltre 1000 mc/h 2009 - Il fosso delle Porcarecce (unione del Secco + Cotone) presso il lungomare Colombo 2009 - Copertura del tratto finale con grigliato zincato 2009 - La copertura pedonabile consente l'accesso dal viale Trieste al lungomare.

Nel comune esistono fossi per oltre 200 km, a Rosignano S. anche due artificiali

Il territorio comunale è attraversato da una gran quantità di corsi d'acqua di portata molto varia. Oltre a questi, due sono artificiali e privati: il "Fosso di Presa" acqua di mare da punta Lillatro (foto 1), che permette un prelievo continuo di oltre 1000 mc/h ed il Fosso Bianco (ex Fosso Pisano) di scarico della fabbrica, attraverso il quale anche l'acqua prelevata rientra in mare, dopo il raffreddamento della Sodiera. (Vedi la situazione fossi nel comune)

Foto 2-3-4 - La nuova copertura della parte terminale del fosso delle Porcarecce o Cotone (nasce dall'unione del fosso Cotone che scorre lungo via dei Mille e fosso Secco, che scorre lungo via della Repubblica) e sbocca in mare presso lo Scoglietto. Il lavoro di copertura era atteso da oltre trent’anni dagli operatori commerciali della zona e dai frequentatori della spiaggia libera. Per riqualificare la foce del fosso non è stato possibile realizzare la copertura totale perché l’attuale legge vieta quelle che vengono definite “tombature” anche se in questo caso siamo a poche decine di metri dalla foce. Costo dell'opera 150.000 euro fra ottobre 2008 e gennaio 2009.

Rosignano Solvay oggi