Le persone che con la loro attività hanno contribuito alla crescita commerciale di Rosignano:
Mario Giuntoli il re della "radio"

Mario Giuntoli nella sua stupenda collezione di radio d'epoca

     

Alcuni degli apparecchi più rari e datati della collezione
******

 Mario Giuntoli classe 1918, da Ponte Buggianese. Il fratello del 1910 è appassionato di elettrotecnica, quando Mario è ancora bambino. Partendo per il militare chiude tutto in un baule, ma il ragazzino incuriosito lo apre e scopre un mondo sconosciuto fatto di valvole e di circuiti elettrici. Riesce a montare agli inizi degli anni '30, la sua prima "radio a galena" grazie alla quale toccando con un filo, un cristallo di pietra appunto di "galena", si può ascoltare musica e parlato. Scocca allora una passione che durerà una vità: ascoltare in casa le stesse canzoni suonate dalla banda del paese, sembrava un sogno ed è realtà. Passano gli anni, consegue il diploma di maestro elementare, mestiere mai svolto, se non da militare a Viterbo insegnando ancora radiotecnica. Nel 1942 da Viterbo a Castiglioncello per un corso di perfezionamento armi alle Forbici, nella ex fabbrica dove il figlio di Mascagni costruiva le motociclette "Junior" nel periodo fra le due guerre. Dopo il corso, resta in cattedra come istruttore fino all'8 settembre e poi a Livorno con gli alleati in via Ricasoli, fino al '46 sempre come tecnico. Scoppia la pace ed è il momento di cominciare a far fruttare la passione per la radiotecnica. Nel 1946 apre a Rosignano nella posizione attuale "sottostrada", accanto al negozio di ferramenta del suocero Dino Costagli (poi di Aldo Cantini), che fino a poco prima aveva fatto il maniscalco nella casa colonica che diverrà il "Caravanserraglio" sull'Aurelia. Comincia come riparatore, ma presto passa alla vendita dei primi apparecchi radio già funzionanti in Italia dal 1924. Il lavoro aumenta, arriva la TV e nel 1966 il trasferimento nel nuovo negozio "soprastrada" proprio di fronte, mantenendo l'attività fino al 1984 per poi cederla al figlio Roberto. Un breve riposo e nel 1986 parte la raccolta delle radio d'epoca, girando per le disfatture di tutt'Italia e mettendo insieme una quantità preziosa di cimeli storici. Oltre 500 apparecchi di ogni paese europeo Russia compresa ed americani, a partire dal 1923, fino alla comparsa dei transistor nei primi anni '60, che lentamente sostituiranno le vecchie valvole alla fine degli anni '80. Non soddisfatto è passato alla raccolta di una infinita serie di schemi tecnici radio-TV catalogandone oltre 100.000. Iscritto all'A.I.R.E. (Associazione Italiana per le Radio d'Epoca), oggi comincia ad avere problemi di spazio e deve limitarsi allo studio della tecnica, cominciando a valutare la possibilità di vendita dei preziosi apparecchi, alcuni dei quali sono pezzi unici o quasi come la TV inglese della foto sopra, una delle prime. (Unica TV della collezione, perché con radio). Serenamente conclude il sig. Mario: a Rosignano nel mio campo, credo di aver dato tanto, ma da Rosignano ho avuto tanto, anzi tutto! Mario Giuntoli è deceduto il 23 dicembre 2006 a 88 anni.

 Comune R.M.mo: persone  Rosignano Solvay ieri  Rosignano Solvay oggi
Comune di Rosignano Marittimo: persone