Vada ieri    

1955 - Iniziano i lavori al villaggio 'Fanfani' 1955 - Iniziano i lavori al villaggio 'Fanfani' Anni 50 - Lavori al villaggio 'Fanfani'
Anni 50 - Lavori al villaggio 'Fanfani' Il villaggio oggi

1955 - Iniziano i lavori per la costruzione in zona "Mignattaia" del villaggio INA-CASA denominato poi
Villaggio Fanfani.

  Con la legge 28 febbraio 1949, n. 43 il Parlamento approv˛ il "Progetto di legge per incrementare l'occupazione operaia, agevolando la costruzione di case per i lavoratori". Inizialmente il piano prevedeva una durata settennale, ma successivamente venne prorogato sino al 1963. Grande promotore dell'iniziativa fu l'allora ministro del Lavoro e della Previdenza Sociale Amintore Fanfani, tanto che, successivamente, il piano nei commenti giornalistici venne spesso denominato "Piano Fanfani". L'intervento gestito dall'INA-Casa voleva favorire, oltre al rilancio dell'attivitÓ edilizia, anche l'assorbimento di una considerevole numero di disoccupati e la costruzione di alloggi per le famiglie a basso reddito. I risultati del piano, saranno di grande vitalitÓ ed impatto sulla vita economica e sociale del paese. Nell'estate del 1949, solo pochi mesi dopo l'approvazione della legge, verrÓ aperto il primo cantiere dei 650 che risulteranno aperti nell'autunno dello stesso anno. Il ritmo di costruzione, reso possibile dalla struttura organizzativa Ina-Casa, produrrÓ circa 2.800 unitÓ abitative a settimana, con la consegna, sempre settimanale, di circa 550 alloggi alle famiglie assegnatarie. Nei primi sette anni di vita verranno investiti complessivamente 334 miliardi di lire per la costruzione di 735.000 vani, corrispondenti a 147.000 alloggi. Alla fine dei quattordici anni di durata del piano, i vani realizzati saranno in totale circa 2.000.000, per un complesso di 355.000 alloggi. Il Piano Ina-Casa alla sua scadenza avrÓ aperto 20.000 cantieri che porteranno, come era negli intenti dei legislatori, ad impiegare molta mano d'opera stabile: circa 41.000 lavoratori edili all'anno, costituenti un impiego pari al 10% delle giornate-operaio dell'epoca.

Vada ieri